Guida all'acquisto dei Cristalli

Che cos’è

Il cristallo è il risultato della fusione a temperatura elevata di sabbia, soda e calce. Si tratta in poche parole di un vetro particolarmente raffinato e di valore…un valore che si è conservato nel corso dei secoli.
Tuttavia, se nei secoli passati il cristallo era presente solamente nelle dimore delle famiglie aristocratiche, oggi possedere un oggetto in cristallo è abbastanza comune.
Lo si trova lavorato in forme differenti, con sfaccettature ora eleganti ora elaborate, volte a seguire le mode o le interpretazioni creative dei maestri vetrai, sempre alla ricerca di nuovi giochi di colore.

Come sceglierlo

Scegliere il cristallo è decisamente difficile; sicuramente vi consigliamo di acquistare solamente prodotti le cui forme ed i cui giochi di colore vi affascinano maggiormente. Ma non dovrete fermarvi qui: vi ricordiamo di acquistare il vostro cristallo solamente presso negozi specializzati, dove vi sapranno consigliare circa i prodotti di miglior qualità.

Come rimuovere eventuali etichette

Al fine di non danneggiare il cristallo, il metodo migliore per rimuovere le etichette è tramite il calore dell’asciugacapelli. Se intendete adoperare il vostro oggetto in cristallo come contenitore per alimenti, vi raccomandiamo di sgrassarlo lasciandolo a bagno per una notte in acqua ed aceto (o acqua e limone); dopodichè risciacquate con acqua calda e lavate con un detergente leggero.

Come conservare il cristallo

Ricordate che il cristallo è molto delicato, quindi vi consigliamo di tenerlo esposto su superfici stabili e non scivolose e di non avvicinarlo troppo ad altri oggetti fragili. In questo modo eviterete che gli oggetti cadano o si urtino fra di loro, scheggiandosi irrimediabilmente.
Poichè il cristallo è un materiale molto delicato e teme gli sbalzi di temperatura, vi ricordiamo di non porlo mai né in forno tradizionale o a microonde, né in frigorifero o congelatore.

Come lavare il cristallo

Vi sconsigliamo di lavare il cristallo in lavastoviglie in quanto i detergenti per lavastoviglie sono eccessivamente aggressivi; è sempre bene lavare il cristallo a mano con acqua calda e con un detergente delicato, avendo cura di non indossare anelli o bracciali che potrebbero graffiarlo. Dopo aver lavato il cristallo, asciugatelo con uno strofinaccio e quindi lucidatelo accuratamente onde evitare che vi rimangano macchie d’acqua.

Il trucco

Non sapete distinguere il cristallo dal vetro comune? Il trucco c’è: il cristallo “suona”, il vetro no!